Home Cultura Cultura Torino

Christian Boltanski espone a Torino

0
CONDIVIDI
Boltanski
Boltanski
Boltanski
Boltanski
Boltanski 

Christian Boltanski espone a Torino

TORINO. 31 OTT. Dal 3 novembre al 31 gennaio 2016 Christian Boltanski (Parigi, 1944), tra i più grandi interpreti della nostra contemporaneità espone per la prima volta a Torino alla Fondazione Merz, un progetto sitespecific concepito come un unico racconto corale che si sviluppa nell’intero spazio della Fondazione dal titolo “DOPO”.

Il percorso espositivo si apre con circa 200 grandi fotografie, stampate su tessuto, sospese al soffitto e in movimento. I volti e le immagini di piccole quotidianità arrivano dall’archivio personale di Boltanski, il moto continuo impresso alle immagini sospese nel vuoto è un invito a lasciarsi andare al flusso del tempo e della memoria. La mostra comprende anche le ombre: figure esili e tremule si allungano sulle pareti, evocando presenze tra il sogno e la realtà, in un gioco dove l’aspetto ludico si combina con la componente dell’inquietudine, della precarietà umana. Un applauso liberatorio, con il video Clapping Hands, sottolinea il passaggio dello spettatore prima di scendere al piano inferiore della Fondazione.

È l’omaggio che Christian Boltanski ha voluto fare al lavoro di Mario Merz e alla capacità di essere presenti al proprio tempo coltivandolo e rendendolo fecondo anche per chi viene dopo. Infine scatole di cartone ricoperte di cellophane e impilate l’una sull’altra: instabili torri, archivi scomposti – evoluzione delle boites de biscuits care a Boltanski – poggiano a terra come dimenticate e appena rischiarate dalla luce delle lampadine che da lontano scrivono la parola DOPO nel buio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here