Home Spettacolo Spettacolo Torino

L’ OTELLO AL REGIO DI TORINO

1
CONDIVIDI
teatro regio torino

teatro regio torinoTORINO. 4 OTT. L’Inaugurazione operistica sarà il 14 ottobre, sempre nel segno di Verdi.

Per l’occasione verrà messo in scena un nuovo allestimento di Otello firmato da Walter Sutcliffe, al suo debutto in Italia.

Il giovane regista inglese – già assistente di David McVicar – gran conoscitore dei testi di William Shakespeare, dipingerà con essenziali elementi dalla forte valenza teatrale i tre personaggi che abitano la tragedia, ambientata in una Cipro sotto assedio.

Otello sarà Gregory Kunde, l’unico tenore che ha in repertorio i due “Otelli”, quello di Rossini e quello di Verdi; al suo fianco Erika Grimaldi (Desdemona) e Ambrogio Maestri (Jago), sul podio Gianandrea Noseda.

Otello è la penultima opera di Giuseppe Verdi. Il libretto di Arrigo Boito fu tratto dalla tragedia omonima di Shakespeare. La prima ebbe luogo a Milano nell’ambito della stagione di Carnevale e Quaresima del Teatro alla Scala, il 5 febbraio 1887. Composta dopo un lunghissimo silenzio (l’opera precedente, Aida, era andata in scena nel 1871), Otello contiene numerosi elementi di novità rispetto alle opere precedenti di Verdi. Le forme chiuse sono sempre meno riconoscibili, ormai per gran parte sostituite da un flusso musicale continuo, che molti all’epoca considerarono di ispirazione wagneriana. La novità – almeno rispetto agli antecedenti verdiani – sta però nel fatto che i collegamenti tra i singoli episodi non avvengono più per cesure nette, ma il tessuto musicale appare in continua evoluzione, anche grazie al sapiente uso dell’orchestra, che viene a costituire una sorta di substrato unificante. Nei passaggi tra le singole scene, Verdi elabora i materiali tematici appena ascoltati in modo da creare transizioni impeccabili, gioca abilmente con le convenzioni, evocandole per stravolgerle.

La produzione dell’Otello (14-28 ottobre) si avvale anche  quest’anno del sostegno di Intesa Sanpaolo – Socio Fondatore del Teatro – che riconferma il proprio impegno per il Regio. Francesca Camponero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here