Home Spettacolo Spettacolo Torino

Oggi a Torino la XVIII Luci d’artista

0
CONDIVIDI
Luci a Torino
Luci a Torino
Luci a Torino 

Oggi a Torino la XVIII Luci d’artista

GENOVA. 31 OTT. Da oggi, 31 ottobre fino al 10 gennaio 2016 parte la nuova edizione della mostra di luci open air che presenta il riallestimento di tredici opere della collezione e il mantenimento di sei opere permanenti. E’ prevista inoltre la presenza di quattro luci “ospiti” e una nuova opera dal titolo Migrazione (Climate change) dell’artista torinese Piero Gilardi: dodici sagome di pellicani sospesi all’interno della Galleria Subalpina a evocare la migrazioni causate dal riscaldamento globale del pianeta.

Ecco nel dettaglio i titoli e i luoghi delle installazioni: Palle di neve di Enrica Borghi in via Carlo Alberto, L’amore non fa rumore di Domenico Luca Pannoli in piazza Bodoni, Vele di Natale di Vasco Are in via Lagrange, Ancora una volta di Valerio Berruti in via Accademia delle Scienze, Volo su… di Francesco Casorati in via Pietro Micca e via Cernaia, Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime di Nicola De Maria in piazza San Carlo, Luì e l’arte di andare nel bosco di Luigi Mainolfi in via Garibaldi, Cultura = Capitale di Alfredo Jaar in piazza Carlo Alberto sulla facciata della Biblioteca Nazionale (opera permanente), Planetario di Carmelo Giammello in via Roma, Illuminated Benches di Jappe Hein in piazza Carignano, Giardino Verticale, Giardino Barocco, Come se a Torino ci fosse il mare e La Maschera di Richi Ferrero nel cortile di Palazzo Valperga Galleani in via Alfieri L’energia che unisce si espande nel blu di Marco Gastini in galleria Umberto I (opera permanente) Piccoli spiriti blu di Rebecca Horn al Monte dei Cappuccini (opera permanente), Il volo dei numeri di Mario Merz alla Mole Antonelliana (opera permanente), Vento solare di Luigi Nervo sulla Porta Palatina Palomar di Giulio Paolini in via Po, My Noon di Tobias Rehberger in piazza Palazzo di Città, Amare le differenze di Michelangelo Pistoletto a Porta Palazzo sulla facciata dell’antica tettoia dell’orologio (opera permanente) e Luce fontana ruota di Gilberto Zorio al Laghetto di Italia ’61 (opera permanente), Le quattro opere ospiti sono: Mosaico di Enrica Borghi in via Montebello, Il Mito di Luca Ferrigno in via San Francesco d’Assisi (entrambe in prestito dal Comune di Salerno), MATTANG LUCENTE La rete celeste di Gaia realizzato dall’Istituto Nazionale di Astrofisica in piazza Castello lato via Accademia delle Scienze e Mai Visti e Altre Storie realizzato da Arteco e Atelier dell’Errore (laboratorio di Arti Visive per la neuropsichiatria infantile) in largo IV Marzo.

Inaugurazione questo pomeriggio dalle 18.30 con un Defilè nelle vie del centro (da piazza Palazzo di Città a piazza San Carlo) che coinvolge 120 danzatori di varie scuole del Piemonte e 35 musicisti dell’Unione Musicale Condovese. A great Symphony for Torino Quindici composizioni di giovani artisti scelti da Steve Goodman.