Home Cronaca Cronaca Cuneo

Appello del Parco Safari delle Langhe per l’adozione di un ospite

0
CONDIVIDI
Il parco Safari delle Langhe

Il Parco Safari delle Langhe fa un appello per i propri animali: “Adottate simbolicamente un animale donando un piccolo aiuto per il cibo”.

“La situazione di emergenza per la lotta al coronavirus che ci ha costretti ad una chiusura forzata al pubblico fin dal mese di marzo – si legge in una nota della direzione – ci vede costantemente impegnati nel mantenimento e nella salvaguardia del parco ma soprattutto alla cura ed al benessere dei nostri animali.

Per superare al meglio questa situazione di emergenza, avremmo bisogno anche del vostro aiuto. Se volete contribuire al sostentamento degli animali, potete farlo in uno dei seguenti modi:

Adozioni a distanza: a fronte della donazione (tramite paypal o bonifico), potrete adottare simbolicamente uno degli animali ospiti del parco.

I soldi serviranno al suo mantenimento e cure veterinarie. Per donazioni tramite IBAN: IT86K0311146270000000015385

Donazione di alimenti: In questo caso ci rivolgiamo principalmente a commercianti di alimentari e ristoratori. Se avete frutta, verdura, carni, pane secco o altri alimenti in eccedenza, saremo lieti di accettare le vostre donazioni. I nostri animali apprezzeranno sicuramente.

Donazioni libere: Qualsiasi contributo è bene accetto. Potete donare tramite paypal o bonifico bancario. Tutti coloro che effettueranno una donazione di almeno 10 euro saranno nostri ospiti al parco quando, superata l’emergenza Covid, il Ministero ci consentirà di riaprire le visite al parco.

Il Parco Safari delle Langhe

Prevendita biglietti: acquistate sul nostro sito internet i vostri biglietti per il parco. I biglietti saranno validi per tutta la stagione. Nel caso in cui l’apertura venisse posticipata dal Ministero per il protrarsi dell’emergenza Covid, i biglietti saranno validi per la prossima stagione. Di sicuro non andranno persi!

Ringraziamo tutti coloro che hanno già contribuito in vario modo e chi continuerà a sostenerci in seguito”.

Maggiori informazioni sul Parco e le donazioni