Home Spettacolo Spettacolo Torino

PREMIO FEDELTA’ AL LAVORO E PER IL PROGRESSO ECONOMICO A LOREDANA FURNO

0
CONDIVIDI
loredana furno

loredana furnoTORINO. 20 NOV. La Camera di Commercio Industria ed Artigianato di Torino premia Loredana Furno, per il LAVORO E PER IL PROGRESSO ECONOMICO che ha dato alla sua città. Il riconoscimento, che testimonia gli oltre trentacinque anni di attività della danzatrice e la sua capacità imprenditoriale, sarà consegnato nel corso della cerimonia di premiazione, Domenica 23 novembre all’Auditorium Giovanni Agnelli del Lingotto di Torino.

La Furno è stata per oltre quindici anni Prima Ballerina al Teatro Regio, ed artista ospite di moltissimi teatri in Italia e all’estero, da anni è direttore del Balletto Teatro di Torino e curatrice della Direzione artistica della Stagione di Danza della Lavanderia a Vapore, centro di eccellenza per la Danza di Collegno.

Ballerina e coreografa nata a Torino, inizia gli studi di danza alla scuola del Teatro Regio con il M° Grazioso Cecchetti, perfezionandosi in seguito con Susanna Egri, Esmée Bulnes, Sonia Gasckell e Marika Besobrasova.

Nel 1962 entra nel corpo di ballo del Teatro alla Scala di Milano e partecipa alla tournèe in Belgio e in Francia con “I solisti del Teatro alla Scala”. Per quindici anni è prima ballerina al Regio di Torino e prende parte all’inaugurazione del nuovo teatro. Sempre come prima ballerina, danza nei principali teatri italiani: S. Carlo di Napoli, Verdi di Trieste, La Fenice di Venezia, Comunale di Genova, Massimo di Palermo, Arena di Verona, Comunale di Firenze, Teatro dell’Opera di Roma e molti altri. E’ stata la protagonista femminile dell’edizione televisiva di “Histoire du Soldat” che ha portato in numerosi teatri italiani. Ha preso il ruolo di Carla Fracci al Teatro Petruzzelli di Bari come protagonista de “La figlia di Jorio” e l’anno successivo si è alternata con Elisabetta Terabust come protagonista de “La sonnambula” di Rieti-Balanchine al Regio di Torino.

Ballerina dal temperamento drammatico, ha avuto particolare successo in balletti come: “Il gabbiano” di Vlad-Menegatti, “La sonata dell’angoscia” di Bartok-Milloss, “La figlia di Jorio” di Azon-Miskovitch, “I sette peccati capitali” di Weill-Pistoni, “Romeo e Giulietta” di Prokofiew-Biagi, “Cleopatra” di Mancinelli-­Miskovitch, “Fedra” di Massenet-Gai, “Semiramide” di Gluck-Veggetti, ed è stata una struggente Carlotta nel Werther di Gaetano Pugnani.

Nel 1977 ha fondato il “Balletto Teatro di Teatro di Torino”. Nell’ambito della formazione, di cui cura attualmente la Direzione Artistica,  ha prodotto ed ha interpretato balletti, come “Werther” di Pugnani-Miskovitch, “Cleopatra” di Mancinelli-Miskovitch, “Shakespeariana” di Biagi-Fascilla-Furno, “Il Noce di Benevento” di Viganò-Paganini-Egri, “Pulcinella” di Strawinsky-Gai, “Amo le rose che non colsi” di Cristiano-Gai. La Compagnia agisce in tutt’Italia, all’estero e, stabilmente a Torino dove effettua una regolare Stagione di Balletto.

Abilitata all’insegnamento della danza dal Ministero della Pubblica Istruzione, Loredana Furno dal 1964 dirige la sua “Scuola di Danza Classica e Perfezionamento” da cui sono usciti numerosi professionisti, tra i quali lo stesso Levaggi. E’ stata docente di storia della danza alla Facoltà di Magistero dell’Università di Torino, e membro di giuria in alcuni concorsi internazionali.

Nel 1980 crea, accanto a Gian Mesturino, il Festival “Vignale Danza” di cui curerà la direzione artistica fino al 1983. Nello stesso anno, lasciata la direzione della manifestazione piemontese, fa nascere altri due festival: a Bolzano (per volontà della Provincia Autonoma) il “Festival Internazionale Bolzano Danza” e ad Acqui Terme il “Festival Internazionale Acqui in Palcoscenico”, di cui cura ancora oggi la direzione. Nel 1991, per promuovere la conoscenza dei Beni Ambientali piemontesi, idea un festival itinerante (nelle dimore storiche dei laghi Maggiore e d’Orta), il “Festival dei Laghi” e, con il contributo della Regione Piemonte, apre nel 2005 un nuovo spazio per la danza per il bellissimo Teatro Alfieri di Asti,  “Asti Danza”.

Dal  2005 ideatrice e organizzatrice del festival  a Savona “Danza alla Fortezza del Priamàr” che ha visto esibirsi prestigiose compagnie nazionali ed internazionali esibirsi. Francesca Cmaponero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here